Carciofi, fave e piselli: la “frittella” siciliana

Contorni

Vieni a trovarmi al nuovo sito www.ilcuoreinpentola.it

La frittella siciliana rientra a pieno titolo tra i piatti tipici siciliani.

A base di carciofi, piselli e fave, la frittella è una ricetta semplice, buona e genuina che valorizza al meglio i prodotti di stagione!

Proprio domenica scorsa, al programma “Che tempo che fa” ho visto l’intervista a Carlo Petrini, fondatore di Slow Food. Ribadiva l’importanza di scegliere attentamente i prodotti che compriamo, di mangiare genuino gustandoci i prodotti di stagione e che la vera bontà delle cose sta nella loro semplicità.
Tutto questo è utile al palato, alla salute e alla tasca!

Io sono perfettamente d’accordo con lui!

La frittella (“frittedda” in dialetto) si basa proprio su questa logica: solo prodotti di stagione, e che prodotti!

Certo per prepararla un po’ di “dedizione” ci vuole, dal pulire i carciofi al togliere fave e piselli dai baccelli, però il risultato è troppo buono!
Se posso darvi una dritta, adesso ci sono dei fruttivendoli “intelligentissimi” che vendono le fave e i piselli già staccati dai baccelli, pronti in vaschetta!
Solo così sono riuscita a prepararla!😉

Ingredienti per 4 persone

4 carciofi
200 gr. piselli
200 gr. fave
1 scalogno
2 cucchiai di aceto
1 cucchiai di zucchero
olio e.v.o.
santoreggia

Preparazione

Pulite i carciofi dalle foglie esterne più dure, tagliate le punte e tagliateli a fettine sottili.
Metteteli in una ciotola con acqua e succo di limone.

Togliete fave e piselli dai baccelli ed eliminate il picciolo alle fave.

In una casseruola versate dell’olio fino quasi a ricoprirne il fondo, aggiungete lo scalogno tagliato finemente e fate soffriggere per qualche minuto.

Mettete i carciofi nella casseruola e fateli saltare per un minuto nel soffritto.

Aggiungete le fave ed i piselli e mescolate il tutto.

Aggiustate di sale e versatevi un bicchiere di acqua calda.

Coprite con un coperchio, abbassate la fiamma e fate cucinare per 10/15 minuti.

Quando tutti gli ingredienti saranno cotti, alzate la fiamma, aggiungete l’aceto e lo zucchero e mescolate tutto. Lasciate che l’aceto evapori e spegnete la fiamma.

La vostra frittella è pronta e va mangiata tiepida o, ancora meglio, fredda.
Io ho aggiunto alla ricetta tradizionale un po’ di santoreggia, secondo me ci sta proprio bene🙂

Un pensiero su “Carciofi, fave e piselli: la “frittella” siciliana

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...