Strascinati o Orecchiette alle cime di rapa

Primi piatti

La ricetta degli Strascinati alle cime di rapa è una ricetta tipica pugliese.

Certo, le orecchiette alle cime di rapa sono molto più conosciute ma vi assicuro che questo formato di pasta non ha niente da invidiare alle orecchiette!

Chi è stato in Puglia non può non esser rimasto rapito dalla loro cucina “casereccia” e “saporita”.

L’idea mi è venuta quando ho trovato, per puro caso, questa pasta strepitosa.

Il nome “strascinati” viene proprio dall’azione del trascinare con le dita degli gnocchetti di pasta per conferirle questo aspetto piatto e allungato, una specie di chips!😉

Tra le ricette pugliesi doc, troverete gli strascinati con le cime di rapa, con salsiccia e ricotta e con ragù di agnello.

Io vi do la ricetta degli strascinati con le cime di rapa.

Ingredienti per 2 persone:

200 gr. di strascinati
1 mazzo di cime di rapa
4/5 filetti di acciuga sott’olio
1 spicchio d’aglio
peperoncino
Olio e.v.o.
parmigiano a fili

Preparazione

Per prima cosa nettate le cime di rapa e tenete separate le foglie dalle cime vere e proprie (hanno cotture diverse). Lavatele.

Per nettare le cime di rapa bisogna tagliare con un coltello la cima (quella specie di fiore, che è la parte più tenera) e strappare con le mani le foglie dalla costa.

Riempite una pentola d’acqua e portate ad ebollizione.
Quando l’acqua avrà preso bollore, aggiungete il sale e sbollentate le cime di rapa.

Non appena saranno ammorbidite (1/2 minuti) togliete dall’acqua aiutandovi con una schiumarola e mettetele in dell’acqua fredda per bloccarne la cottura (così facendo rimarranno di un bel colore verde smeraldo).

Buttate nell’acqua che bolle le foglie (sminuzzate quelle troppo grosse) delle cime di rapa.
Non appena saranno “appassite” togliete dall’acqua sempre con la schiumarola e mettetele da parte.

Nell’acqua che bolle, potete buttare la pasta che ci impiega 10 min circa per cuocere.

Intanto, in una padella antiaderente fate soffriggere uno spicchio d’aglio (io lo uso intero), un peperoncino, aggiungete le acciughe che pesterete con il dorso di un cucchiaio e buttate dentro le foglie delle cime di rapa.
Aggiungete un po’ d’acqua di cottura e fate cuocere a fiamma media.

Prendete un po’ dell’olietto che si forma in padella ed insaporite le cime di rapa che avete tenuto da parte.

Quando mancheranno 3 minuti circa alla fine della cottura degli strascinati, trasferite la pasta nella padella, aggiungete un po’ d’acqua di cottura e finite di cuocere a fiamma vivace. Aggiungete acqua bollente quando necessario.

Quando la pasta è cotta, mettete nei piatti, decorate con le cime di rapa tenute in caldo e cospargete con del parmigiano a fili… vi verrà voglia di andare in Puglia!

4 pensieri su “Strascinati o Orecchiette alle cime di rapa

  1. Io la preparo esattamente come te!
    Mi piace aggiungere una noce di estratto di pomodoro da far sciogliere insieme alle acciughe nell’olio, aggiungendo un po’ d’acqua di cottura della pasta (che è rigorosamente quella in cui si sono sbollentate le cime di rapa!)😉 la tua fun, Grazia

  2. Non ho mai visto questo formato di pasta, è originalissimo!! Mi sono cimentata (devo dire anche con discreto successo) nella confezione delle oreccchiette, però con questo non saprei proprio da che parte cominciare..però con il sugo si! Buona settimana a venire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...